Western italiani

Western italiani

Film italiani

Film italiani

Translate

19/04/18

I bulli sono tanti... ma le persone intelligenti sono esaltanti!

La Voce della polvere
Num° 007 / 02                                                                                                      

Titolo: Insegnanti "bullizzati" dagli alunni e dai loro genitori! 

   Negli ultimi tempi si sta verificando una serie di inquietanti accadimenti che coinvolge la scuola: atti di bullismo contro insegnanti. Da parte degli alunni e dei loro genitori. Già il fenomeno del bullismo tra ragazzi è indegno, amorale e catastrofico per le “vittime” ma il spostarlo, l’azione materiale, verso gli insegnanti è sintomo di qualcosa di marcio che avanza nella società. Non è che picchiare gli stessi compagni sia meno grave che farlo verso gli adulti ma ritengo che sia la stessa molla a scatenare la violenza. Quasi una moda da postare sul web e se quelle sui compagni è ormai datata si passa al livello superiore come un gioco. Forse sta in questa parola: gioco, la chiave di tutto. Non lo so. Anche se spiegherebbe l’atto fatto da adolescenti alla ricerca di se stessi nella sopraffazione di un proprio coetaneo ma in tutto questo che cazzo c’entra l’emulazione da parte dei genitori? Una rivalsa per l’asineria, passata ma mai scordata,  del loro percorso scolastico? La perdita del lavoro e il tiramento della cinghia? Lo stress di ingiustizie patite? O l’invidia verso quelle persone che in un mondo bislacco cercano di insegnare e far capire cosa vuol dire civiltà e umanità? In tutto questo però cosa fa o può fare la scuola? Stando alle notizie la prima impressione è che si cerchi di minimizzare, di nascondere, di punire blandamente e di far passare il tempo e arrivare alle vacanze con tutti “liberi” e a casa. E il prossimo anno? E quelli dopo? Vogliamo arrivare alle strage dei college americani? Si invocano norme e leggi ad hoc, ci fosse almeno un governo per farle ste cazzo di leggi ( questa è un’altra storia).
Eppure le leggi ci sono, aggressione, violenza, tentato omicidio, ferimento, calunnia, favoreggiamento e complicità e non mi viene altro in mente. Penso che bastino come capi d’accusa anche se basterebbe l’unico violenza e minaccia a un pubblico ufficiale. Gli insegnati sono dei pubblici ufficiali e come tali la classe politica deve sostenerli e aiutarli. Nel mio piccolo attuerei tre piccoli accorgimenti immediati: dare l’insufficienza in condotta e perciò vuol dire ripetere l’anno, rimettere la regola del “signor maestro/a e signor professore/ssa e perciò niente più nomi propri e i genitori fuori dalla soglia d’entrata della scuola e terzo far fare lavori di utilità per la comunità. Come pulire la scuola dopo la chiusura, pulire i parchi e le strade durante le vacanze, impedire di andare in ferie con i genitori firmando ogni giorno sul Comune e portare la maglietta con la scritta sono un bullo di merda. Chi non ottempera perderà anche l’anno dopo e quelli dopo. Devono imparare la lezione e il mondo futuro per loro sarà roseo. Le punizioni non sono severe in confronto alle conseguenze del loro malsano gesto. I giovani che si sono suicidati ritornano in vita? L’insegnate sfregiata ritornerà come prima? I professori picchiati riusciranno a fare il loro dovere? La scuola riuscirà a dare al Paese quei cittadini di cui ha bisogno? Per quanto riguarda i genitori che danno “l’esempio” ai loro pargoletti vorrei solo dire loro che si vergognino. Un buon padre è quello che dà l’esempio con le proprie azioni giuste. E se questo è la loro idea di cose giuste allora si capisce perché c’è tanto bullismo in giro. Un vecchio adagio diceva che si raccoglie quello che si semina. Non vorrei che in futuro il “bullismo” si esercitasse in casa, tra le mura domestiche, e poi postato sulle piattaforme web. La violenza genera sempre la violenza è una volta innescata è difficile fermarla. Basta studiare la storia di molte popolazioni e Paesi del mondo. Già basta studiare. Quello che naturalmente i bulli non vogliono o non sanno fare. Meditate.
Qui trovate alcuni articoli sull’ argomento:
tgcom24                                                                                                                                                    M. Nove

La Voce della polvere – Foglio e/o striscia con uscita “ballerina”…
Pezzi di storie, articoli sfiziosi e pensieri senza il fine di imporsi a niente e a nessuno. Senza “se” e “ma”…


Nessun commento:

Posta un commento